COMBUSTIONE DI MATERIALE VEGETALE DI DERIVAZIONE AGRICOLA

Entrando nella stagione autunno-invernale molte delle aziende agricole presenti sul territorio modenese si troveranno nella necessità di eseguire abbruciamenti del materiale di risulta delle potature e/o estirpi di intere piante.

Il Consorzio fitosanitario provinciale di Modena ricorda che la possibilità di procedere alla bruciatura è prevista e normata dal Decreto Legislativo n.152 del 3 aprile 2006 e dalla Legge n.116 dell’11 agosto 2014 secondo le modalità previste dal Regolamento forestale regionale n.3 del 01/08/2018.

«Si fa presente – si legge in una nota del Consorzio – che la possibilità di procedere alla bruciatura di materiale vegetale non deve pertanto essere vincolata ad accertamenti di natura fitosanitaria. Specifiche prescrizioni di competenza del Servizio fitosanitario restano percorribili a discrezione del nostro ufficio, ma non devono essere intese come pratica di autorizzazione alla combustione di materiale vegetale.

Permane l’invito alle aziende agricole, prima di procede agli abbruciamenti, di verificare presso l’ufficio ambiente del proprio Comune, quali siano le modalità vigenti a cui attenersi».